Podismo e sciatalgia

I primi di dicembre del 2016 ho cominciato ad avere un fastidio al centro del gluteo durante la corsa, l’ho ignorato e pian piano è diventato un dolore profondo  che scende come una sciatica posteriormente nella coscia. Ho dovuto interrompere gli allenamenti, un consulto ortopedico mi ha diagnosticato una probabile sciatalgia lombo-sacrale. Trattamento: riposo e anti-infiammatori.

Dopo una settimana il dolore non è migliorato, ho continuato ad avere problemi specialmente nella posizione seduta prolungata (nel guidare) e addirittura nel camminare. Ho deciso di consultatre un fisioterapista, mi ha sottoposto a tecar terapie lungo il decorso del nervo sciatico, l’infiammazione è diminuita notevolmente. Dopo 2 settimane ho riprovato a correre ma il dolore è tornato.

Ho optato per una soluzione diversa: consultare un’osteopata. Ha eseguito prima un’ anamnesi ponendomi domande circa l’insorgenza, la progressione e la natura dei sintomi riportati.

Successivamente è passato a esaminare il corpo: la posizione eretta e il modo in cui mi muovo, chiedendomi di eseguire movimenti attivi (come i movimenti della colonna vertebrale o degli arti).

Mi è stato diagnosticato la sindrome del piriforme che infiamma il nervo sciatico e provoca un dolore di tipo sciatalgico.

I TEST CLINICI:

Il più citato e patognomonico è il test di Freiberg che consiste nel far sdraiare il paziente sul lettino in posizione prona, flettere passivamente il ginocchio a 90°,  portare la gamba sintomatica in adduzione-rotazione interna (portare la gamba all’esterno) in questo modo si provoca uno stiramento passivo del muscolo; il test viene ritenuto positivo nel caso in cui, lo stiramento del muscolo provochi dolore, è un sintomo da compressione del nervo sciatico.

La causa è una contrattura, appunto, del muscolo piriforme, che va a comprimere il nervo sciatico e che causa un dolore molto simile a quello dell’ ernia lombare, con la differenza di non arrivare fino al piede.
Le cause possono essere:
– postura (iper o ipo lordosi lombare)
– squilibri del bacino
attività fisica intensa (in particolare la corsa)
– postura seduta prolungata

La sindrome del piriforme può, frequentemente, essere causata da un alterato appoggio del piede, come, per esempio, un’eccessiva pronazione, che causi ripetute contrazioni del muscolo per un meccanismo di compenso ad ogni passo. Il piriforme, infatti, agisce da rotatore esterno del femore, attivandosi, quindi, durante la deambulazione per impedire l’eccessiva intra-rotazione femorale nella fase di appoggio del piede.

TRATTAMENTO:

Vengono effettuate, dal fisioterapista, digitopressioni prolungate e massaggio sul muscolo interessato, al fine di decontrarlo, inoltre è consigliato uno stretching specifico per il piriforme in modo di allentare la tensione e liberare il nervo che viene compresso. Per mantenere l’effetto della fisioterapia consiglio di effettuare delle sedute di rieducazione posturale per mantenere i risultati ottenuti.

Riassumendo: Stretching, ginnastica posturale e opportuni plantari per compensare eventuali asimmetrie scheletriche sono un valido aiuto

PROGNOSI:

4-6 settimane di trattamento per tornare a correre.

STRETCHING ESERCIZI:

il principio dello stiramento attivo-passivo.

  1. Si comincia contraendo i muscoli attorno (in particolare il grande gluteo) per aumentare il flusso di sangue nell’area.
  2. Si contrae il piriforme, facendo in modo di rilasciare la contrazione cronica (solo se non causa dolore) associando il tutto a uno stretching dolce.

1° esercizio

Distesi su un tappetino in posizione supina (in posizione orizzontale, con la schiena appoggiata a terra) afferrate il ginocchio destro con entrambe le mani appoggiando il piede sinistro sul ginocchio destro. Portarlo verso il petto e mantenere questa posizione 5-6 secondi. Tornare lentamente alla posizione di partenza e poi ripetere con l’altra gamba.

2° esercizio

Seduti sul tappetino con le gambe allungate e flettere la gamba destra verso l’interno coscia, mentre la gamba sinistra verso l’esterno. Mantenere questa posizione per 5-6 secondi e rilasciare, poi ripetere con l’altra gamba.

3° esercizio

Seduti su una sedia mettere il piede destro sulla coscia sinistra, facendo una leggera pressione con la mano sul ginocchio della gamba che è coinvolta nell’allungamento. Mantenere questa posizione da 30 secondi ad 1 minuto e poi ripetere lo stesso esercizio con l’altra gamba.

  • Esercizi per anche e bacino: seduti,  unire le piante dei piedi con le gambe piegate e avvicinare i talloni al centro delle gambe.
  • Esercizi per la schiena: sdraiati schiena a terra e ginocchia al petto, sollevare con le mani la testa e portare il mento vicino al petto.

Inoltre è bene rilasciare contrazioni croniche degli adduttori, poiché adduttori molto rigidi possono ruotare internamente la gamba, facendo ancora più pressione sul piriforme. Anche bicipiti femorali troppo rigidi possono irritare il nervo sciatico, quindi è bene rilasciare tensioni anche lì.

  • Esercizi per il bicipite femorale: Seduti a terra con una gamba distesa avanti e l’altra piegata con la pianta del piede a contatto con l’interno della coscia opposta. Distendere le braccia avanti, appoggiare le mani a destra e a sinistra della gamba distesa. Piegare in avanti il busto, avvicinare il petto verso la coscia, fare avanzare le mani in ugual misura e mettere in tensione i muscoli interessati.

CONSIGLIO PER UNA CORRETTA POSTURA NELLA CORSA

Correre nel modo sbagliato non solo è più faticoso, ma può generare fastidiosi infortuni e problemi alla schiena. Uno degli errori più comuni è quello di irrigidire il tronco, il collo o gli arti superiori, impedendo alla muscolatura di aiutare i dischi intervertebrali  ad “ammortizzare” i carichi dovuti agli impatti al suolo. Il movimento dovrebbe essere fluido, il capo mantenuto allineato al tronco con lo sguardo rivolto leggermente verso il basso, le spalle rilassate con i gomiti flessi a 90 gradi. Non deve mai mancare una adeguato movimento di oscillazione degli arti superori opposto a quello delle gambe.

 

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: