I benefici della Carne di Maiale

La carne è una delle principali e più ricche fonti proteiche che fa parte dell’alimentazione di molti di noi, ma di solito si tende a prediligere la carne bianca oppure quella rossa più magra trascurando spesso la carne di maiale che invece possiede alcune proprietà davvero interessanti ed è capace di apportare i suoi benefici alla nostra alimentazione.

Proprietà nutrizionali

Questa carne è paragonabile alla carne di vitello in quanto ha una quantità di grassi molto simile: grammi 9 contro gli 8 grammi della carne di vitello; una quantità di proteine maggiore: 21,3 grammi contro grammi 20,7; calorie non altissime: 157 calorie per la carne di maiale contro 107 calorie della più magra carne di vitello.

La carne di maiale che troviamo oggi in mercato ha una quantità di grassi saturi più bassa rispetto a quella di una volta (dal 60% si è passati al 37%) mentre i grassi polinsaturi sono passati dal 13% al 26%. Merito di tale cambiamento è l’alimentazione più sana dei maiali che vengono nutriti oggi con farine di cereali.

bisogna aggiungere l’apporto vitaminico, specialmente del gruppo B, tra cui spiccano la tiamina o vitamina B6, la niacina, la riboflavina, la vitamina B12, tutte importantissime per la buona salute dei tessuti. Contiene poi anche importanti minerali come zinco, fosforo, magnesio, ferro, potassio. È anche facilmente digeribile e soprattutto molto saporita.

I Salumi

I salumi sono da considerarsi una buona scelta, meglio mangiare come merenda un panino con il prosciutto cotto, crudo o con il salame piuttosto che una merendina o una brioche. Altrettanto valido è assumerli come secondo, a pranzo o a cena.

Moderazione. Nei modelli alimentari che prevedono le carni conservate, le porzioni vanno da una a tre volte alla settimana.

Proporzione. Non esagerare con la quantità, la porzione di consumo, che viene definita per una sana alimentazione è di 50 grammi.

Un loro difetto comune è quello di essere ricchi di sale, dunque di sodio, una sostanza il cui eccesso fa sicuramente male.

Per chi pratica sport con regolarità, un apporto di sodio ha anche degli aspetti positivi. Gli allenamenti sono sempre accompagnati dalla produzione di sudore e quindi dalla perdita di sali minerali, fra i quali è proprio il sodio il più abbondante. Una restrizione nell’assunzione di sodio negli atleti è spesso accompagnata da un rischio molto aumentato di incorrere in crampi muscolari.

fonti: corriere.it – starbene.it – runcard.com

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: