Cosa mangiare prima di correre

Durante la corsa il nostro corpo fa ricorso alle proprie riserve di energia. Se queste sono immediatamente disponibili, tenderà a bruciarle, rivolgendosi soprattutto a quelle fornite dai carboidrati. In caso contrario brucia le proteine o le riserve di grasso, anche se queste sono più difficilmente utilizzabili. Il corpo per correre ha bisogno di benzina, proprio come il motore dell’automobile.

L’alimentazione da scegliere prima della corsa varia anche a seconda della fascia oraria dedicata allo sport:

  • Per un allenamento al mattina presto bere qualcosa di poco zuccherato, ad esempio una spremuta, yogurt  o succo di frutta con qualche biscotto secco, per evitare di appesantirsi. Per la mattina presto non è consigliabile una colazione vera e propria, perché si attiva la digestione, il sangue si concentra nell’apparato digerente e i muscoli riceverebbero un minore apporto di ossigeno.
  • Se invece hai previsto di andare a correre a partire da metà mattinata, ci sarà tempo per fare una colazione vera e propria, pur prevedendo i tempi tecnici necessari per la digestione. La colazione tipo in questo caso dovrà fornirti energia ma senza appesantirti; ad esempio, potrai mettere in tavola una spremuta d’arancia (vitamine e sali minerali), una fetta di pane integrale (carboidrati), qualche fetta di prosciutto o bresaola (proteine) e poca frutta secca, come noci, nocciole, mandorle (grassi).
  • Un allenamento all’ora di pranzo è opportuno modificare la distribuzione dei pasti prevedendo una prima colazione più abbondante e poi un break a metà mattinata, che riesca a coprire il fabbisogno nutrizionale in vista dello sforzo fisico, ad esempio composto da un panino integrale, del pollo o maiale ai ferri, una centrifuga a base di verdura o mista con frutta e due o tre gherigli di noci o altra frutta secca (è sempre uno snack ideale per lo sportivo).
  • Il modello della dieta mediterranea si rivela importante soprattutto se l’allenamento è svolto di sera. In questo caso bisognerebbe fare uno spuntino a metà pomeriggio, scegliendo la frutta secca, qualche cubetto di parmigiano o un panino con dell’affettato digeribile, come la bresaola.

Durante una corsa, è sconsigliato assumere cibi solidi. È opportuno invece bere molto, sia acqua che bevande che contengono adeguate quantità di sali e di zuccheri semplici.  L’uso di bevande isotoniche e ipotoniche hanno un percorso facilitato attraverso lo stomaco, con un assorbimento più veloce dei liquidi nell’intestino.

Le informazioni contenute che trattano di nutrizione non possono e non devono in nessun caso essere considerate indicazioni terapeutiche e/o sostituirsi al giudizio del medico.

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: