Giro del lago di San Valentino

Località: Curon Venosta, San Valentino. Lunghezza: 5 km

Il lago di San Valentino alla Muta è un lago alpino naturale situato a 1450 m di altitudine che si trova nel comune di Curon, è circondato dalle alte vette della Val Venosta. Il giro del lago è piuttosto lineare, solo nell’ultimo tratto è presente una ripida discesa e alcune insidiose passerelle in legno.

Descrizione

la riva orientale bassa e pianeggiante contrapposta alla più ripida e boscosa riva occidentale.

Il punto di partenza può essere il parcheggio all’ingresso del paese di San Valentino alla Muta, nei pressi del segnale del km 20 della strada statale 40 ‘Resia’. Il parcheggio è fornito di tavoli da picnic e panchine miralago. Se si sceglie il percorso in senso orario si segue il sentiero n. 1, una comoda stradina di terra battuta e ghiaia.

I canneti ospitano una numerosa colonia di anatre. Si arriva ben presto alle Case dei Pescatori, un’area attrezzata dove sono ancorate numerose barche a noleggio.

Si costeggia ora l’area di deflusso delle acque e dell’emissario del lago. È un’area naturalisticamente pregiata, di transizione tra acqua e terra, dove l’Adige si impaluda, si trasforma in torbiera. Una lunga e sinuosa passerella di legno e un ponte consentono di attraversare in sicurezza l’emissario. Alcuni pannelli informativi aiutano a comprendere le caratteristiche di questo Biotopo del Lago della Muta.

Si risale ora lungamente la riva occidentale del lago. La ristrettezza dello spazio disponibile sulla ripida costa del monte, costringe in alcuni tratti a una condivisione forzata del percorso pedonale con la pista ciclabile e a qualche saliscendi. Superati alcuni edifici a bordo lago, in cattive condizioni, ci si avvicina di nuovo alle case di San Valentino. Un percorso su sterrato aggira il bordo settentrionale del lago, valica l’Adige su un ponte e riporta al punto di partenza

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: